Install this theme
Otto pezzoni lentoni su  @8tracks: Ball at One by elle_effe.

Otto pezzoni lentoni su @8tracks: Ball at One by elle_effe.

1. King Khan & The Shrines - Thorn in Her Pride
2. Glitz - Good Day
3. Banana Splits - I’m Gonna Find a Cave
4. Dirtbombs - Crazy
5. Fuzz - Fuzz’s 4th Dream
6. Hunx and His Punx - I’m Coming Back
7. Spider Bags - Dog in the Snow
8. Oblivians - I’ll Be Gone
9. Ty Segall Band - Dirty Deeds Done Dirt Cheap

Io e i Sic Alps, 2008-2013 (con foto brutta)Ho letto stamane che si sono sciolti. Da un mesetto avevo sulla punta della lingua il solito…View Post

Io e i Sic Alps, 2008-2013 (con foto brutta)

Ho letto stamane che si sono sciolti. Da un mesetto avevo sulla punta della lingua il solito…

View Post

Sic Alps, Ciboh, Milano

Bel concerto, loro sono esattamente come si vede nei filmatini: due ometti che suonano chitarra e batteria, e in mezzo un totem di casse, testata e mixer da cui escono pressoché tutti i suoni che producono, come una sorta di busker scalcinati elettrici…

Visualizza articolo

A tour is tough for anyone to handle, especially the first one. The days are 23 hours of stultifying boredom — all so you can have one hour onstage, one hour of visceral release that makes it worthwhile. Between the hangovers, the stink, the beaten-to-death inside jokes, touring can make anybody crazy. The key is to keep the van fun. The guy next to you may love you when you start, only to hate the way you keep asking him to turn the Stooges down 100 miles later.
Tanto per fare una foto: Dream Syndicate, Mezzago, 29 maggio 2013Di articoli sul concerto dei Dream Syndicate a Mezzago è pieno il web, dico solo che Steve Wynn…View Post

Tanto per fare una foto: Dream Syndicate, Mezzago, 29 maggio 2013

Di articoli sul concerto dei Dream Syndicate a Mezzago è pieno il web, dico solo che Steve Wynn…

View Post

You can fool all of the people for some of the time, then some more of the time, and then – even with the benefit of hindsight – they’ll have been fooled for so long that it will constitute, de facto, all of the time.
Nel frattempo

Il terabyte promessomi da Flickr mi ha convinto a riordinare l’archivio di là.

Visualizza articolo

Rullanti

Ho ascoltato in fila dischi di Long Ryders, Young Fresh Fellows, Dream Syndicate ed è tornata a galla l’annosa questione: come faceva a passare per “buono” quel suono di rullante, negli anni ottanta? Possibile che i fonici si sbattessero così tanto per far suonare artificiali le batterie acustiche? (Sì, possibile, me l’ha detto un fonico).

(Ah, ovviamente questo genere di conti non mi torna del tuttoquando si parla di dischi ‘rock’, per il resto della musica degli anni Ottanta il rullantone che fa TSCHH e muore nel silenzio mezzo secondo dopo, trucidato dal gate, va benissimo, anzi)